«

»

Mar 17 2016

Print this Articolo

Messaggio per Federico

pizza(a cura del gruppo consiliare del M5S di Genova)

Quando penso che un uomo solo, ridotto alle proprie semplici risorse fisiche e morali, è bastato a far uscire dal deserto quel paese di Canaan, trovo che, malgrado tutto, la condizione umana sia ammirevoleJ Giono

Pensavo a Federico, che ho avuto il piacere di conoscere e con cui ho la fortuna, a volte, di confrontarmi, ascoltando le sue esperienze e fatiche da Sindaco, cercando di cogliere da queste le proposte, i percorsi, le iniziative utili a migliorare la vita della Comunità Genovese. Pensavo a Federico Pizzarotti e mi è tornata in mente la frase citata, presa da quel meraviglioso libro che è “L’uomo che piantava alberi”. Siamo partiti assieme con Federico e con alcuni altri 4 anni fa,con tante persone attive, per lanciare una sfida con pochissime risorse e poche certezze, una era ed è oggi la consapevolezza di essere piccole persone che hanno accettato la responsabilità di promuovere con forza il cambiamento; Federico in questi anni è riuscito a portarla avanti, con tenacia, con fermezza, da piccolo uomo che sa dove deve e vuole andare, piantando ogni giorno un albero per ricostruire alla fine un territorio, senza urla, senza autocelebrazioni. Non mi sorprende, quindi, che oggi si legga di minacce che ha ricevuto, come non mi sorprende che poco lui ne abbia parlato e ne parli ora. Di una cosa sono sicuro, che il giorno in cui Federico deciderà di riprendere la sua vita familiare lavorativa e lascerà il suo percorso politico, tanti si accorgeranno che “un uomo solo  – sostenuto da un gruppo di persone coeso, capace e competente aggiungo io – , ridotto alle proprie semplici risorse fisiche e morali, è bastato a far uscire dal deserto quel paese di …”.

So long, Federico.

Paolo Putti e gli altri consiglieri di Genova: Emanuela, Mauro, Stefano e Andrea.

Permanent link to this article: http://www.genova5stelle.it/messaggio-per-federico/